Il Convivio*, Alfredo Tagliavia** & “La bambina dagli occhi verdi” | Patricia Gonçalves Tenório***

Questo libro può essere letto, come se fosse un film di 90 minuti, come se fosse una favola ludico-adulta, come se fossi tu a entrare nella pelle di Manoela, Letícia, Pedro, Jonatas, La maestra Mariana, il sindaco José, per scoprire quale posto ti appartiene nel mondo: un luogo dagli occhi neri o un luogo dagli occhi verdi?

“… il primo fil rouge della favola lo rintraccio nella dicotomia uguale-diverso, categorie che ancor oggi sconfinano nella squalifica, quando non nella violenza. Nella città in cui tutti avevano gli occhi neri giunge infatti Manoela, la bambina dagli occhi verdi, colei che non parlava se non con gli occhi, la barbara, e Fra’ Felipe, come nella nota Controversia di Valladolid del 1550 tra Ginés de Sepúlveda e Bartolomé de Las Casas, cerca “un’autorizzazione a credere che discendeva da questo mondo. Le contò le dita dei piedi e delle mani. Erano tutte là, uguali a quelle dei battezzati della domenina”. La drammatica e incredibile realtà sudamericana, e l’impossibilità di accogliere l’estranea (“Se avessero pensato di abbattere le mura dei cortili…”) rimanda prepotentemente all’attualità europea e ai continui appelli di papa Francesco relativi alla costruzione di ponti, non di muri. La favola dunque diventa, già dalle prime righe, realtà contingente: come relazionarsi con l’altro, con il diverso da noi? Minaccia oppure necessità?” (dall Prostfazione di Alfredo Tagliavia).

Patricia Tenório, laureata all’Università Federale de Pernambuco – UFPE, Master in Teoria della Letteratura, scrive poesie, romanzi e racconti dal 2004. Scrittrice e ricercatrice in scritura creativa, è madre di tre figli. Ha pubbicato dieci libri; As joaninhas não mentem, 2006, è stato insignito del premio Miglior Romanzo Straniero del Premio “Poesia, Prosa e Arti figurative” dell’Accademia Internazionale Il Convivio (Italia, 2008). Nel 2013 ha ricevuto il Premio Marly Mota dall’Unione Brasiliana degli Scritori (Rio de Janeiro) per l’intera sua opera.

________________________________________

* Patricia Tenório, La bambina dagli occhi verdi. Una favola esistenziale, Ipoc, Grammata, 2016. In Il Convivio. Anno XIX, numero 1. Gennaio – Marzo 2018.

**Alfredo Tagliavia è nato a Roma nel 1978. Dottore di ricerca in Pedagogia, attualmente insegnante precario, ha svolto diversi viaggi di studio in Brasile. Per i tipi della EMI ha pubblicato il libro L’eredità di Paulo Freire. Vita, pensiero, attualità pedagogica dell’Educatore del mondo (2011). Per le edizioni IPOC ha tradotto il testo del filosofo brasiliano Marco Heleno Barreto Immaginazione simbolica. Riflessioni introduttive (2012). Di prossima uscita è il suo primo libro di narrativa Un giorno qualunque (edizioni Book Publish), una raccolta di racconti a sfondo pedagogico, ambientati fra Italia e Brasile. Contatto: alftag@alice.it

*** Patricia Gonçalves Tenório scrive prosa e poesia dal 2004. Ha pubblicato undici libri, Major – eterno è lo spirito (2005), Le coccinelle non mentono (2006), Grani (2007), La dona a metà (2009), Dialoghi e D’Agostinho (2010), Come se Icarus parlasse (2012), Fără nume/Sans nom (Ars Longa, Romania, 2013), Ventuno/Veintiuno (Mundi Book, Spagna, aprile, 2016), e La bambina di occhio verde (libri fisici e virtuali, Recife e Porto Alegre, maggio e giugno, 2016), tradotto in italiano da Alfredo Tagliavia, La bambina dagli occhi verdi, pubblicato nel settembre, 2016 dalla casa editrice IPOC – Percorsi italiani di Cultura, di Milano. Ha difeso il 17 settembre, 2015 la tesi di master in Teoria Letteraria della linea di ricerca Intersemiosis presso l’Università Federale di Pernambuco – UFPE, “Il ritratto di Dorian Gray, di Oscar Wilde: un romanzo indiciale, agostiniano e prefigurale”, con il allegato Lo dimmenticante di storie (Appunti per una Teoria di Finzione), sotto la guida della Prof. Dr. Maria do Carmo de Siqueira Nino, pubblicato in ottobre, 2016 dalla casa editrice Scriptum Omni GmbH & Co. KG/ Nuove edizioni Accademiche, Saarbrücken, Germania. È entrata in 2.017.1 nel programma di Pos-Laurea in Lettere della Pontificia Università Cattolica di Rio Grande do Sul (PUCRS) in dottorato di ricerca in Scrittura Creativa. Contatti: patriciatenorio@uol.com.br e www.patriciatenorio.com.br